Venezia, non solo un’isola: guida a tutte le isole di Venezia

No Comments

Non proprio tutte, è bene dirlo. Ce ne sono moltissime di isole nella laguna veneziana. Molte sono disabitate, alcune abbandonate, altre sei e proprio isolotti dispersi tra le acque. Alcune sono private, altre ospitano solo grandi e lussuosi hotel, altre ancora sono raggiungibili solo con piccole imbarcazioni private e sono avvolte dalla vegetazione.

Nel complesso, il patrimonio delle isole che circondano Venezia è inestimabile e affascinante. Da quelle più vicine – o che ne fanno parte – al centro storico a quelle più conosciute fino ad arrivare a quei gioielli meno conosciuti ma che rappresentano perle preziose della laguna veneziana.

Abbiamo già dedicato numerosi post a queste isole (in continuo aggiornamento), ma ecco qui un breve riassunto per orientarvi al meglio in questo mare di bellezza:

Murano

L’isola del vetro e delle fornaci. Una piccola Venezia raggiungibile facilmente dalle Fondamente Nuove. (Foto courtesy Photomatix).

Murano

Burano

L’isola dei merletti, delle case colorate e dei “buranei”, i famosi biscotti a forma di “S”.

Burano

Torcello

Uno dei primi insediamenti della laguna veneziana. Un’isola divisa tra natura e storia, tra chiese millenarie e ottimi ristoranti.

Giudecca

Un’isola viva e autentica, dove ancora oggi vivono moltissimi veneziani. Racchiude meravigliosi tesori artistici e una prospettiva diversa su Venezia.

San Giorgio Maggiore

La basilica Palladiana domina l’isola, ma ci sono molti altri tesori nascosti tutti da scoprire.

quattromila stagioni venezia

San Servolo

Da “isola dei pazzi” a ameno giardino e centro studi. Pace e tranquillità in spazi restaurati e rinnovati di recente.

san servolo

San Lazzaro degli Armeni

Una perla meravigliosa abitata dal padri Meckartisti armeni. Tra giardini di rose e una vista spettacolare.

san lazzaro degli armeni

Il chiostro del monastero di San Lazzaro degli Armeni

Certosa

Un parco pubblico, un giardino rigoglioso. Un’oasi di pace e tranquillità a pochi metri da Sant’Elena.

certosa

Sant’Erasmo

L’orto di Venezia. Campi coltivati, prodotti tipici e sagre da non perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.