Venezia: alla scoperta dei Frari

basilica frari

No Comments

Di chiese a Venezia ce ne sono tante, tantissime. Potete trovarne di nascoste, quasi mimetizzate tra case e palazzi, o di magnificenti e grandissime, pronte a dominare tutta la zona su cui si ergono. Se osservate lo skyline di Venezia troverete una selva di campanili di dimensioni e altezze diverse che spuntano in ogni dove, segnalando inequivocabilmente la presenza della relativa chiesa.

Nemmeno le basiliche mancano in città, anche se – ovviamente – in numero decisamente minore rispetto alle chiese. La Basilica di San Marco è di certo la più celebre, così come è molto conosciuta la Basilica della Salute (dove i veneziani celebrano la Festa della Madonna della Salute in novembre). Ma c’è un’altra basilica che per importanza e dimensioni non ha molto da invidiare alle altre: la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari.

Situata nel bellissimo sestiere di San Polo, la Basilica dei Frari fu eretta tra 1250 e 1338 ad opera dei Frati Francescani Minori conventuali e ricostruita poi nel XIV° secolo in forme grandiose e in stile gotico-cistercense, a tre navate e sette cappelle absidali. Le dimensioni sono notevoli e si intuiscono già percorrendone il perimetro esterno. La costruzione in mattoni con pochi fregi esterni non lasci trasparire la ricchezza e la magnificenza delle decorazioni interne.

Una volta entrati (il biglietto costa 3 euro) resterete impressionati dalla bellezza e dalla grandezza di questa basilica. Fra i molti capolavori qui conservati, una menzione particolare spetta alla suggestiva pala dell’Assunta (1516-1518), il lavoro forse più noto della maturità di Tiziano. Sempre del Tiziano è la famosa Madonna di Ca’ Pesaro (1526).

In sacrestia il Trittico della Vergine e Santi di Giovanni Bellini (1488) della Cappella Pesaro, considerato uno fra i capolavori della pittura veneziana del ‘400, si accompagna idealmente al Trittico di San Marco (1474) di Bartolomeo Vivarini dell’elegante Cappella Corner.

Meravigliosi sono inoltre il coro ligneo e le moltissime sculture che adornano i numerosi monumenti sepolcrali di illustri personaggi veneziani. Da non perdere anche il meraviglioso chiostro adiacente alla Basilica dei Frari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.