Un giorno a Venezia: Murano

Murano

No Comments

Tutti conoscono Murano. Quando, in tutto il mondo, si pensa al vetro (artistico), quello di Murano è il primo nome a venire in mente. Lampadari di Murano adornano gli appartanti più lussuosi del mondo e le case di molti, fortunati veneziani. Ma Murano è anche una delle isole più popolose della laguna, il che la rende ancora un’area viva e attiva di Venezia.

E’ anche una delle isole più facilmente raggiungibili della laguna: le linee 4.1, 4.2 e 3 la collegano con alta frequenza a Venezia dalla stazione ferroviaria, dalle Fondamente Nuove e dal Lido. Un gioiellino a portata di mano dunque. Anche per questa splendida isola però, vale la regola di non fermarsi alla superficie. Se infatti vi lascerete attrarre dai facili richiami dei moltissimi negozietti – spesso turistici – che punteggiano la Fondamenta dei Vetrai quando scendete alla fermata Colonna, scalfirete solo una piccola parte di quello che può offrire quest’isola.

 

Murano è grande, ma solo se confrontata con le altre meraviglie della laguna. Anche quest’isola è a misura d’uomo e si visita tranquillamente a piedi senza affaticarsi. Che scendiate agli approdi Colonna, Faro o Navagero, per raggiungere il cuore dell’isola bastano pochi minuti. Se potete, scegliete Murano per una passeggiata al tramonto, magari per un aperitivo a bordo canale o per una cena di pesce in fondamenta (Ai Vetrai). Perdetevi con tranquillità, sarà facile tornare sui vostri passi; ammirate quello che resta della florida industria del vetro (già, perché Murano, nei secoli, è stata un’isola votata alle Fornaci, le fabbriche del vetro); godetevi la tranquillità di una piccola Venezia con le sue specificità.

 

Potete approfittare del meraviglioso Museo del Vetro e scoprire le radici di un’arte che si tramanda di famiglia in famiglia da secoli oppure semplicemente bere un’aranciata nel caratteristico Chiosco da Poldo. Di certo non resterete delusi dalla magnificenza della Chiesa dei Santi Maria e Donato (San Donato), uno dei massimi esempi di romantico lagunare, né dalle moltissime sculture in vetro sparse per l’isola (la meravigliosa Cometa in Campo Santo Stefano non è l’unica).

 

Da provare: prenotate una visita guidata in una delle Fornaci e scoprirete come si realizzano i veri prodotti Made in Murano (assicuratevi che siano aziende certificate, trovate i dettagli qui); per una visita alternativa, provate a solcare i canali di Murano arrivando in Kayak, non resterete delusi (http://www.venicebywater.com/).

Foto da Flickr by Maurice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.