Scoprire le “Pietre d’Inciampo” a Venezia

No Comments

Venezia è una città che offre innumerevoli chiavi di lettura a chi decide di scoprirla e visitarla. Ogni angolo, ogni palazzo, chiesa, calle o campiello nasconde una storia (probabilmente più d’una) e il fascino della città sull’acqua sembra inesauribile. Tuttavia, la storia “recente”, anche quella che di romantico non ha nulla – tutto il contrario – ma proprio per questo è giusto e doveroso ricordare, nasconde percorsi alternativi a Venezia.

È il caso delle “Pietre d’Inciampo” a Venezia. Il progetto “Pietre d’Inciampo” (dalla parola tedesca “Stolpersteine”) è una iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig in memoria di cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti. L’iniziativa è nata nel 1995 a Colonia quando Gunter Demnig ebbe l’idea di installare nel selciato stradale una piccola targa d’ottone, della dimensione di 10×10 cm., davanti alle abitazioni in cui avevano abitato le vittime della violenza nazista.

Dalla Germania l’iniziativa si è rapidamente diffusa in diversi paesi europei e in numerose città italiane: ad oggi sono oltre sessantamila le Pietre posate in 21 paesi europei. Ogni targa riporta la dicitura “Qui abitava…”: il nome della vittima, la data di nascita, la data dell’arresto, il luogo e la data della morte o della scomparsa (se conosciuta).

A Venezia l’iniziativa è iniziata il 12 gennaio 2014, in occasione del “Giorno della Memoria”, con la posa delle prime dodici Pietre nel sestiere di Cannaregio. Negli anni successivi l’iniziativa è proseguita con la posa di altre sessantuno Pietre, sempre durante le manifestazioni per il “Giorno della Memoria”.

Quando camminate per le calli di Venezia, ponete attenzione tra i “masegni” a queste picco le targhe d’ottone dal grande significato. Le Pietre sono collocate nei sestieri di Cannaregio (non solo all’interno del Ghetto Ebraico), Castello, San Marco, San Polo, Dorsoduro, al Lido di Venezia e nell’isola di San Servolo; per vedere dove sono esattamente posizionate le Pietre consultate la mappa interattiva.

Le informazioni e le immagini sono tratte dalla pagina web ufficiale del Progetto Pietre d’Inciampo Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.