Come prepararsi al mese dell’arte a Venezia

arte venezia

No Comments

A Venezia non è primavera finché non iniziano le grandi inaugurazioni delle mostre d’arte. Spesso, in un frenetico ed esaltante periodo di circa un mese, a primavera inoltrata, Venezia diventa ancora più di sempre, capitale mondiale dell’arte. Non solo l’arte diffusa che si vive a ogni angolo della città, ma anche l’arte contemporanea dei grandi musei, delle fondazioni e delle gallerie.

Se state organizzando un viaggio a Venezia per questo periodo (ma le informazioni sono valide anche per i mesi estivi), non potete prescindere da alcuni eventi fondamentali, anche se non siete propriamente dei cultori dell’arte contemporanea. La parte del leone – è proprio il caso di dirlo visto che il “re della foresta” è il simbolo di Venezia – la fanno l’Esposizione d’arte (e di architettura) della Biennale, le mostre organizzate dalla Fondazione Pinault a Punta della Dogana e Palazzo Grassi, ma anche le splendide mostre fotografiche della Casa dei Tre Oci o le retrospettive della Collezione Guggenheim.

Quindi lo spirito giusto per una vacanza veneziana di primavera è diviso tra una meravigliosa passeggiata tra gli itinerari nascosti della città, un’immancabile visita ai luoghi più noti, se possibile una sbriciatina alle isole fiorite della laguna e, ovviamente, una o più ricche visite museali.

In valigia quindi sarà meglio mettere un po’ di tutto: abiti comodi e casual per le maratone culturali tra gli infiniti percorsi da San Marco a Castello, ma anche qualcosa di più elegante nel caso vogliate partecipare a qualche inaugurazione un po’ più chic.

Ci sono poi dei momenti meno istituzionali e, diciamo la verità, più divertenti, in cui l’antica arte veneziana dell’aperitivo si sposa con il mondo dell’arte contemporanea e della mondanità. Gli appuntamenti da non perdere in questo caso sono gli HappySpritz organizzati da Guggenheim. L’iniziativa della sede veneziana del museo che fu residenza della mecenate americana Peggy Guggenheim – e che ormai si ripropone da otto anni – consiste in 4 serate in collaborazione con Aperol per gustarsi la bevanda più amata dai veneziani – Lo Spirtz – nella splendida cornice del giardino di Ca’ Venier dei Leoni, sede del museo, sul Canal Grande. Allo stesso tempo, al ritmo del dj set, sarà possibile visitare le mostre in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.