Perché visitare Palazzo Ducale a Venezia

palazzo ducale

No Comments

È uno dei luoghi simbolo di Venezia e uno dei più appariscenti. Palazzo Ducale domina il bacino di San Marco in tutta la sua splendida magnificenza. Se ne accorgevano subito gli ospiti e i visitatori della Serenissima, così come ce ne accorgiamo ancora oggi tutti noi.

Una visita al Palazzo Ducale di Venezia è obbligata. E’ importante però scegliere il momento giusto e l’itinerario che fa al caso proprio. Se d’estate l’attesa per entrare può essere anche molto lunga, durante l’inverno – specialmente nei giorni infrasettimanali – potrete godere di tutte le sue bellezze con relativa tranquillità.

Ma oltre al percorso principale (comunque sempre consigliato) con le prigioni, l’attraversamento del Ponte dei Sospiri e l’Armeria, ci sono alcuni itinerari alternativi di Palazzo Ducale che vi faranno scoprire nuove prospettive e diversi punti di vista.

Itinerari Segreti di Palazzo Ducale

Questo bellissimo percorso può essere effettuato solo con prenotazione e guida. Dai Pozzi ai Piombi, dalla sala della Cancelleria Segreta a alla Stanza della tortura, gli Itinerari Segreti di Palazzo Ducale vi porteranno nei luoghi in cui, nei secoli della Serenissima, si svolgevano attività delicate e importanti legate all’amministrazione dello Stato e all’esercizio del potere e della giustizia. Un interessante spunto di riflessione e conoscenza sulla storia civile e politica della Repubblica di Venezia, della sua organizzazione, delle sue strutture di giustizia.

I tesori nascosti del Doge

Per capire chi era e come vivesse il Doge – la figura più importante della Repubblica di Venezia – questo itinerario è perfetto. La visita, effettuabile solo con una guida del museo (alle 11.00 in italiano, oppure su prenotazione il pomeriggio), vi porterà alla scoperta delle restaurate Chiesetta e Antichiesetta del Doge, degli appartamenti privati e dei luoghi della vita pubblica. Un percorso incredibile capace di riportarvi indietro agli antichi fasti della Serenissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.