My Venice Blog

  • La Festa di San Rocco a Venezia

    Il 16 agosto è la festa di San Rocco, particolarmente sentita dai veneziani. Centro della festa è campo San Rocco, che prende il nome dalla chiesa e dalla Scuola Grande di San Rocco, che lo caratterizzano. Nella chiesa è custodito sin dal 3 marzo 1490 il corpo del santo, compatrono di Venezia, e il 16 agosto di ogni anno, in occasione della festa, le reliquie vengono esposte e venerate. Nel campo viene eretta una struttura in legno coperta a baldacchino a congiungere i portali d’ingresso della chiesa e della scuola con l’accesso principale del campo. Il tendone ha origine da un antico voto del Senato e della Signoria per la liberazione della città dalla peste, in seguito al quale ogni anno, nella giornata della festa, il Doge visitava la chiesa e la confraternita di San Rocco. Continua a leggere

  • Come scegliere l’appartamento giusto a Venezia

    Una vacanza a Venezia dev’essere tante cose. Prima di tutto un vera vacanza: tutti i problemi evitabili non si devono presentare e lo spirito con cui la intraprenderete dev’essere rispettato non solo da voi stessi, ma anche da chi vi ospiterà durante il vostro soggiorno. Per una vacanza a riuscita quindi, fondamentale è scegliere l’alloggio giusto. Se per voi l’alloggio giusto è un appartamento a Venezia, allora meglio sceglierlo bene. Ecco un veloce decalogo per non trovare sorprese e pensare solamente, una volta sull’isola, a godervi al meglio la vostra vacanza. Continua a leggere

  • Acqua: pulita e gratis per tutti a Venezia

    L’estate a Venezia può essere calda e umida. Meglio quindi rimanere idratati durante una giornata alla scoperta delle meraviglie di quest’isola millenaria. Ma è veramente necessario fermasi più volte in un bar o in un supermercato per comprare una bottiglietta d’acqua in plastica? Assolutamente no. Continua a leggere

  • La Festa della Madonna di Marina nel borgo storico di Malamocco

    C’è un piccolo angolo della laguna di Venezia che conserva ancora il fascino immutato dei secoli scorsi. Il borgo storico di Malamocco, all’estremità sud dell’isola del Lido, fu il primo nucleo di Venezia, capitale del Dogado veneziano tra il 742 e il 811, anno in cui si decise di dislocarne la sede a Rialto. Passeggiare per il borgo di Malamocco è come fare un tuffo nel passato: calli, campi e campielli sono rimasti quelli di un tempo, così come le sagre e le tradizioni popolari, ancora tanto sentite dagli isolani. Continua a leggere

  • Art Night: la notte dell’arte a Venezia

    Un’intera serata dedicata all’arte e alla cultura nella splendida cornice di Venezia. Musei, palazzi, università aperti fuori orari, con programmi ed eventi speciali. Un modo diverso per conoscere e scoprire questa meravigliosa isola, proprio come piace a noi. L’Art Night 2019 sarà il 22 giugno e coinvolgerà tutta la città. Continua a leggere

  • Venezia a remi: la Vogalonga

    C’è un giorno dell’anno in cui il primato del remo sul motore torna a essere ufficiale. È il giorno della Vogalonga, quando migliaia di imbarcazioni veneziane e da tutto il mondo – rigorosamente a remi – popolano i canali di Venezia e la sua laguna riportando l’isola a quella dimensione di lentezza più adatta alla sua natura. Continua a leggere

  • Festa della Sènsa e Palio delle Repubbliche Marinare a Venezia

    Da più di mille anni Venezia celebra la Festa de la Sènsa (l’Ascensione in veneziano), una rievocazione storica tra le più antiche, che rivive il profondo legame della città con il Mare e con la pratica della Voga alla Veneta. Nel giorno della Sensa, domenica 2 giugno, si celebra lo Sposalizio del mare, a ricordo della conquista della Dalmazia da parte delle navi veneziane capeggiate dal doge Pietro Orseolo II nel 999. Ogni anno il Doge, sul naviglio di rappresentanza, il Bucintoro, benediva il mare gettando in acqua un anello d’oro. Continua a leggere

  • Cosa fare a Venezia con i bambini

    Se state progettando una vacanza a Venezia con tutta la famiglia, magari anche con bimbi piccoli, è importante, prima di tutto, prenotare l’appartamento giusto (avete visto il nostro Family Apartment?), e poi studiare degli itinerari o delle esperienze adatti sia ai grandi che ai piccini.

    Per fortuna le cose da fare a Venezia per tutta la famiglia non mancano. Continua a leggere

  • Tutto pronto per la Biennale Arte 2019

    C’è un periodo dell’anno in cui Venezia, oltre ad essere sempre bellissima, diventa anche la capitale mondiale dell’arte contemporanea. È il momento della Biennale Arte, delle inaugurazioni, dei vernissage, degli eventi collaterali e delle grandi e piccole opere e installazioni che riempiono la città nei palazzi e nei giardini. Continua a leggere

  • Venezia: Sant’Erasmo e il carciofo violetto

    L’isola di Sant’Erasmo, una delle tante della laguna di Venezia, si raggiunge in mezz’ora di vaporetto dalle Fondamente Nove (Linea 13). Per esplorarla non c’è niente di meglio che una bella passeggiata attraverso i suoi verdi orti, vigneti e frutteti, immersi nella quiete della laguna. Sin dal Cinquecento, infatti, l’isola è chiamata l’orto di Venezia, per la concentrazione di orti e campi coltivati, che ancora oggi riforniscono il Mercato di Rialto di frutta e verdura. Continua a leggere

  • Venezia è affollata? Scopritela di notte

    Vi hanno detto che Venezia è caotica, che è difficile da attraversare, soprattutto in “alta stagione”, da carnevale ad autunno inoltrato. In effetti, è vero: Rialto, Piazza San Marco e le aree circostanti pullulano di visitatori in cerca di quella bellezza per cui Venezia è celebre in tutto il mondo. Ma se ci fosse un modo per godere del silenzio e dello splendore della città anche se avete deciso di scoprirla nel periodo più affollato? Continua a leggere

  • I Lazzaretti di Venezia

    La Laguna di Venezia rivela, a quanti hanno voglia di cercarli, luoghi straordinari, che per secoli sono stati protagonisti di alcune tra le più particolari vicende della storia della Serenissima. Come i Lazzaretti, due piccole isole in cui venivano trattenuti in isolamento le navi, gli equipaggi e le merci sospettati di contagio della peste, prima di entrare in città. Continua a leggere