La passerella di Venezia verso l’ignoto (o l’Arsenale)

No Comments

Tra i tanti modi per scoprire Venezia – quella vera, quella diversa da come siamo abituati ad ammirarla nelle “solite” foto – c’è il vagabondare senza una meta precisa alla ricerca di scorci inconsueti e piccole grandi unicità.

Possiamo scoprire così angoli nascosti capaci di rivelare storie inattese, momenti “fuori dal tempo” e sorprese mozzafiato. Ad esempio, se in una mattina di primavera (ma vanno bene tutte le stagioni) decidiamo di provare a percorrere il perimetro dell’isola, oltre a scoprire che Venezia è un pesce, ad un certo punto, arrivati in zona Celestia, ci imbattiamo in una passerella misteriosa in ferro che sembra portare nel nulla, verso la laguna.

Proprio di fianco al pontile del vaporetto della Celestia, il panorama che si dispiega alla vista è già molto interessante: dall’Isola di San Michele a Murano passando per il profilo nord della città (Fondamente Nuove). È proprio qui però, che un semplice ponticello ci porta verso questa insolita passerella. Saliteci. Tranquilli, non è molto lunga, ma l’esperienza è di certo interessante.

La passerella costeggia le massicce mura dell’Arsenale di Venezia, lì dove la Serenissima costruiva la sua flotta di navi che per secoli ha fatto di Venezia la capitale del commercio marittimo dell’intero Mediterraneo e non solo. Percorrere questo interessante tratto di passerella porta direttamente a contatto con la storia, con l’opportunità di sbirciare attraverso qualche finestra i grandi spazi una volta adibiti a veri e propri centri industriali.

Normalmente, questa passerella conduce però solo ad alcune abitazioni e a spazi riservati. Ma questo è il bello: durante l’anno molti eventi organizzati alle Nappe, alle Tese o all’Arsenale Novissimo fanno aprire le porte a questi spazi nascosti e svelano una realtà autentica e impressionante. Manifestazioni come la Biennale di Venezia, il Premio Arte Laguna, ma anche il Festival dei Giardini o Arsenale Aperto sono tutte buone ragioni per avventurarsi sulla passerella di Venezia verso la bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.