Dentro l’Isola di San Lazzaro degli Armeni a Venezia

san lazzaro degli armeni

No Comments

Tra le tante isole della laguna veneziana, San Lazzaro rappresenta di sicuro un gioiello inestimabile e poco frequentato. Di certo conoscete Murano e le sue fornaci, Burano e suoi merletti e il fascino senza tempo dei primi insediamenti nella laguna a Torcello. Ma la piccola isola di San Lazzaro rappresenta altro. E’ uno dei simboli dell’apertura della Repubblica di Venezia che – nel ‘700 – offrì l’isola a un gruppo di monaci armeni in fuga. In breve, San Lazzaro passò da lazzaretto a tempio della cultura armena, ancor oggi uno dei più importanti al mondo.

Il monastero

san-lazzaro-chiesa-4

L’intera isola è imperniata sullo splendido monastero che ospita a tutt’oggi la congregazione dell’ordine dei Mekharisti (dal fondatore Mechitar). Il bellissimo chiostro interno è un giardino rigoglioso e ricco di fiori e piante. La meravigliosa chiesetta è riccamente decorata da mosaici e dipinti. Dall’altra parte, affacciato sulla laguna, uno straordinario ma nascosto roseto incornicia l’isola e offre l’ingrediente di base della celebre marmellata di rose di San Lazzaro (acquistabile presso il bookshop, 7 euro al barattolo). Un’altra ala del monastero, sempre visitabile, raccoglie un piccolo museo e la biblioteca.

La biblioteca

san-lazzaro-biblioteca

San Lazzaro degli Armeni ha mantenuto nel tempo la sua vocazione di ricerca e conservazione. L’isola è divenuta quasi da subito un centro di cultura e scienza destinato a mantenere in vita la lingua, la letteratura, le tradizioni del popolo armeno. La costruzione di una tipografia e di una biblioteca all’interno dell’isola hanno suggellato questa vocazione permettendo di raccogliere oltre 170.000 volumi (4.500 manoscritti) e molti altri manufatti di origine non solo armena (arabi, indiani, egiziani, tra cui la famosa mummia di Nehmeket).

La laguna

san-lazzaro-nuvole-laguna

San Lazzaro degli Armeni sorge in una parte meravigliosa della laguna di Venezia. Dietro il Bacino di San Marco e l’Isola di San Giorgio, si trova a poche centinaia di metri dal Lido di Venezia. Il torrione/cavana che domina l’isola offre un punto di vista privilegiato su San Servolo, il Lido e la parte meridionale di Venezia. Al tramonto offre un affaccio spettacolare sui colori incredibili della laguna.

Le visite

Ogni giorno – alle 15.25 – è organizzata un’interessante visita guidata (non serve la prenotazione e costa 6 euro per persona). Per raggiungere l’isola basta prendere la linea 20 acta da San Zaccaria (controllate le corse che effettivamente fermano a San Lazzaro). Potete accedere agli spazi esterni autonomamente tutto il giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.