Come sopravvivere al Carnevale di Venezia

No Comments

Il Carnevale di Venezia è una delle manifestazioni più famose al mondo. Ogni anno, centinaia di migliaia di persone raggiungono quest’isola della laguna veneta per guardare le maschere, assistere al Volo dell’Angelo, godere della celebre atmosfera di festa che in questo periodo caratterizza la città.

Ma è davvero tutto così perfetto? Se amate un clima festoso, tumultuoso, frenetico e anche un po’ caotico, visitare Venezia durante il Carnevale (soprattutto durante i weekend) non vi deluderà. Se la vostra intenzione invece è anche quella di godervi le bellezze dell’isola, questo non è di certo il periodo migliore.

Sensi unici, folle oceaniche – non di rado si raggiungono le 120.000 persone stipate nella sola Piazza San Marco durante il Volo dell’Angelo – attese, code, calli bloccate, ristoranti esauriti, possono in parte rovinare la vostra vacanza a Venezia. E sarebbe un peccato.

Ma allora, come sopravvivere al Carnevale di Venezia? Anche se scegliete di visitare il capoluogo veneto in questo periodo, ci sono dei piccoli accorgimenti che potrebbero “salvarvi” da alcune situazioni poco rilassanti.

Alloggio

Prima di tutto, scegliete bene dove alloggiare (ecco qualche consiglio utile qui), potreste pentirvi di soggiornare in una zona troppo caotica o in una stanza poco isolata acusticamente quando vorrete dormire dopo una lunga giornata trascorsa in giro per la città.

Luoghi

Il Carnevale è diffuso per tutta l’isola, sebbene il fulcro di tutta la manifestazione resti di sicuro Piazza San Marco. Optate per eventi nei campi o nei luoghi periferici della città e non solo su quelli più centrali.

Folle

Con un po’ di preparazione – anche solo leggendo questo blog – riuscirete a preparare un itinerario alternativo per raggiungere i luoghi della città che volete visitare o gli eventi che volete seguire. Non seguite le folle, non adeguatevi alla massa: vi troverete immersi in un serpentone di persone che si muove molto, molto lentamente. Scegliete la strada più lunga e defilata, risparmierete tempo e preserverete il vostro umore.

Timing

La tempistica è tutto. Per primo, l’ideale sarebbe approfittare del Carnevale di Venezia durante i giorni feriali. Certo, non ci sarà il pienone di maschere, ma l’atmosfera carnevalesca resta intatta, e molte attrazioni sono comunque attive. Nei weekend invece, la sera è un momento migliore rispetto al giorno; soprattutto la domenica c’è più spazio per passeggiare in relativa calma e godersi anche le bellezze della città senza perdersi attimi di goliardia carnevalesca.

Foto di copertina dalla Pagina FB ufficiale del Carnevale di Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *