Come (ri)scoprire Piazza San Marco

Piazza San Marco

No Comments

Non ha bisogno di presentazioni. Piazza San Marco una delle piazze più famose al mondo e di sicuro uno dei complessi monumentali più visitati. Di questa Piazza – l’unica a Venezia, gli altri sono “campi” – si conosce ormai tutto.

 

Non si può prescindere dalle meraviglie che la circondano durante una vacanza a Venezia. Palazzo Ducale, Basilica di San Marco, Campanile di San Marco, Ponte dei Sospiri e non solo, sono obiettivi sensibili a chi ama l’arte e la bellezza e sono di per sé simboli storici della città di Venezia. Molti percorsi per visitarli sono obbligati, ma con qualche accorgimento la soddisfazione di ammirare questi luoghi sarà ancora maggiore.
L’ideale sarebbe visitarli fuori stagione, magari in inverno (non dobbiamo trascurare il fascino della nebbia e dell’acqua alta sulla Piazza marciana) o in primavera, quando i flussi turistici non sono ancora ai massimi livelli. Meno caldo, meno code e più tranquillità per un’esperienza davvero unica. Ma in ogni periodo dell’anno quest’area conserva il suo fascino.

 

Palazzo Ducale, Basilica di San Marco, Campanile di San Marco, Ponte dei Sospiri sono simboli storici della città di Venezia

 

Uno dei modi più interessanti per godersi lo spettacolo offerto da Piazza San Marco è di vederla dall’alto. Cambiare prospettiva è sempre cosa buona e giusta e i punti di osservazione non mancano: è possibile salire sul Campanile di San Marco (8 €), sullo spettacolare ballatoio della Basilica (5 €), sulla Torre dell’Orologio (12,5 €) e persino affacciarsi da una delle finestre del Museo Correr (18,5 € per tutti i musei di S. Marco). Ovviamente per tutte queste soluzioni è meglio essere mattinieri per evitare le code più lunghe (ancora meglio prenotare online).

 

Godetevi lo spettacolo offerto da Piazza San Marco dall’alto

 

Tra tanta bellezza – senza ovviamente dimenticare il Ponte della Paglia e il Ponte dei Sospiri – a volte rischiano di passare inosservati due luoghi speciali: le Sale Monumentali della Biblioteca Marciana realizzate da Sansovino e i Giardini Reali, perfetto spazio verde per prendere un attimo di respiro in mezzo a queste meraviglie. Se invece volete godere con tranquillità dell’immagine classica, da cartolina del complesso di San Marco, vi consigliamo di prendere un vaporetto fino all’Isola di San Giorgio, magari al tramonto: lo spettacolo è assicurato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.