Dove andare quando Venezia é affollata

venezia

No Comments

Capita, soprattutto nei weekend di alta stagione, che Venezia sia letteralmente presa d’assalto. Non é una novità – e Venezia non è l’unica città d’arte, italiana e non, a subire questa  sorte – ma bisogna comunque farci i conti. Non é il caso comunque di lasciarsi scoraggiare per questo; anzi, meglio cogliere quest’occasione per scoprire una Venezia diversa e alternativa.

Non importa infatti quanti aerei, navi o treni possano raggiungere la città in un giorno: Venezia custodirà sempre qualche angolo nascosto e immacolato libero da folle oceaniche e ugualmente splendido da scoprire. Ecco qualche idea per scoprirli.

Prospettive alternative

Anche i luoghi più celebri e conosciuti hanno un lato B, così la loro bellezza può essere ammirata da angolazioni diverse. Perché allora non scrutare lo skyline di piazza San Marco dall’Isola di San Giorgio o perché non scoprire la Basilica della Salute passeggiando dalle Zattere a Punta della Dogana? O perché non fotografare il Bacino di San Marco dal Lido di Venezia?

 

Periferie centrali

A Venezia (isola) non ci sono periferie, é tutto centro storico. Certo, alcune zone sono più popolari e defilate, ma non per questo meno belle. Anzi. Se trovate Rialto e San Marco troppo affollate per i vostri gusti, approfittate della tranquilla e serena atmosfera della Giudecca (e dell’incredibile panorama che offre su due lati della laguna). Concedetevi una tregua nella viva e nascosta zona universitaria di Dorsoduro, visitando magari la bellissima chiesa di San Nicolò dei Mendicoli. Un pomeriggio di relax sotto i verdi alberi di Sant’Elena (il tramonto mozzafiato è assicurato) può essere un toccasana, così come una visita alla meravigliosa isola (ma non servono barche per arrivarci) di San Pietro di Castello.

 

Musei alternativi

Di musei a Venezia ce ne sono tanti, alcuni visitatissimi, altri più tranquilli. Quasi tutti meritano una visita, ma per evitare lunghissime code o percorsi affollati a dismisura, un giorno potete scegliere il Museo del profumo di Palazzo Mocenigo, la Galleria Franchetti a Ca’ D’Oro oppure il Museo di Storia navale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.