5 ragioni per visitare Venezia in autunno

Venezia in autunno

No Comments

Venezia è sempre meravigliosa. Ma ogni stagione sprigiona sfumature diverse della sua bellezza ed esalta alcune delle sue qualità più di altre. Se le calde serate d’estate ti avvolgono in un accogliente abbraccio festoso, l’autunno riserva inaspettate sorprese, tra un limpido tramonto e fenomeni atmosferici caratteristici. Ecco allora alcune valide ragioni per visitare Venezia in autunno.

 

1 – Tranquillità

Se volete realmente conoscere Venezia, è meglio farlo senza incanalarsi continuamente in code infinite per ogni cosa: camminando per le calli, cercando un ristorante, aspettando i mezzi di trasporto pubblici. I periodi in cui il flusso turistico rallenta (non si esaurisce mai) sono i migliori per godere della città in modo più tranquillo. Approfittate dell’autunno per scoprire ogni angolo della città con i giusti ritmi.

 

2 – Atmosfera

Se cercate la Venezia classica, quella nobile e misteriosa del Settecento così celebre e affascinante, l’autunno è la stagione che fa per voi. Spesso un manto nebbioso avvolge la città nel silenzio e ogni cosa assume contorni quasi magici. Suoni ovattati, il campo visivo si restringe, ma l’anima di Venezia pervade ogni cosa: sembra quasi di poter toccare lo spirito della città.

 

3 – Colori 

Con l’autunno cambia la luce, le giornate si accorciano e i raggi del sole colpiscono palazzi e canali con un’inclinazione diversa. Nelle giornate limpide, i colori sono saturi come non mai e il calore che ne scaturisce è una gioia per gli occhi.

 

4 – Musei

Venezia è un museo a cielo aperto. Bene. Ma anche di musei da non perdere – intesi nel senso tradizionale del termine – ce ne sono parecchi. In autunno le code per accedervi sono sicuramente più agili rispetto all’estate, e magari riuscirete anche a salire in cima al campanile di San Marco senza attendere il vostro turno per tutta la giornata.

 

5 – Acqua Alta

Esatto, parliamo di Acqua Alta, un fenomeno unico che – nonostante i risvolti preoccupanti per la salvaguardia della città – rimane sempre affascinante. L’importante è viverlo con la giusta prospettiva e con il dovuto rispetto. In autunno si hanno solitamente i primi allagamenti e molte fondamente, calli e campielli vengono coperti da un velo d’acqua. Così la città che sorge sulla laguna diventa ancora più incredibile, tra riflessi inconsueti e viste straordinarie. Camminare sull’acqua (con gli stivali adatti), con attenzione e calma, è un’esperienza veneziana da provare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.