5 opere d’arte da vedere gratis lungo il Canal Grande

support lorenzo quinn

No Comments

Venezia è tutta un’opera d’arte. Verissimo. Ogni angolo racconta una storia, ogni scorcio rivela bellezza. Sappiamo già che ci sono molti bellissimi musei, e non solo quelli più conosciuti, a Venezia.

Sappiamo anche che Venezia non è solo una città d’arte del passato, ma anche avamposto dell’arte contemporanea. E se vi dicessimo alcune spettacolari opere sono visibili anche dal vaporetto che percorre il Canal Grande? Già, gratuitamente..

1# Support – Lorenzo Quinn

Yes!…so happy to say mission accomplished. SUPPORT in Venice to support this wonder of city that is threatened by climate change. I hope my art brings a new focus of attention to a global calamity that we are faced with. A big thank you to the city of Venice and to his Mayor Luigi Brugnaro for believing in this installation from the beginning, to Ca’ Sagredo hotel represented by Lorenza Lain (the force of Nature) to C and C architectural Studio, Fulvio Caputo, Marco Zanon, Ufficine delle Zattere, Luisa Flora, Tecmolde, Julio and Irene Luzan and the entire team, She Digital, Grupoo Orseolo with Rein srl and the Gondolieri of Venice. To my super team in Spain at Quinn Creations To my family, my wife and especially my son Anthony for letting me use his hands, and of course to @halcyongallery , representanted by Paul Green, Udi Sheleg and assisted by Shani, Helga and all in the gallery, because without their continued organizational, moral, artistic and financial ‘support’ none of this could have happened. #biennale2017venezia #biennale2017 #lorenzoquinn #lorenzoquinnartist #venezia #halcyongallery #support #supportart #climatechange @awesome.earth

Un post condiviso da Lorenzo Quinn (@lorenzoquinnartist) in data:

Due enormi mani sostengono la Facciata di Ca’ Sagredo. Il simbolimsmo è evidente, così come è impossibile restare indifferenti di fronte a queste mani (modellate sul calco di quelle del figlio dell’artista) impossibili da non notare navigando sul Canal Grande tra le fermate di Ca’ D’Oro e Rialto Mercato (ma si vedono benissimo anche dal mercato di Rialto). Lorenzo Quinn è il figlio del celebre attore Anthony.

2# The Fate of a banished man – Damien Hirst

Un post condiviso da WAZZA (@picassoatseaworld) in data:

Palazzo Grassi espone sempre al sue esterno alcune opere rappresentative delle mostre in corso. Questa volta c’è una scultura di ispirazione mitologica che domina il Canal Grande proprio di fronte alla fermata di Ca’ Rezzonico. L’artista, che propone le sue opere fino alla Salute, a Punta della Dogana, è protagonista della doppia mostra della Fondazione Pinault.

3# Protected Paradise – Koen Vanmechelen

#protectedparadise at the @labiennale – photo by Kris Vervaeke #venicebiennale

Un post condiviso da Koen Vanmechelen (@koen.vanmechelen) in data:

Una scultura alta ben 12 metri domina il giardino sul Canal Grande di Palazzo Franchetti, ai piedi del Ponte dell’Accademia. L’opera nel suo concept vuole rappresentare il rapporto e l’impatto controverso dell’uomo sul pianeta

4# Golden Tower – James Lee Byars

 

Impossibile non notare nemmeno la torre di 20 metri d’oro piantati in campo San Vio, tra le fermate dell’Accademia e di Santa Maria del Giglio. Viene così esposta per la prima volta in uno spazio aperto un’opera che è stata ideata nel 1990, L’opera fu creata per una mostra al Martin-Gropius-Bau di Berlino nel 1990, ma viene per la prima volta esposta in uno spazio aperto ora. L’opera è ben visibile anche dal Ponte dell’Accademia.

5# Luce di Laguna – Helidon Xhixha. Wild Kong e Wild Bear – Richard Orlinski

Un post condiviso da Richard Orlinski (@richardorlinski) in data:

Alla Salute, sulle finestre dell’Hotel Centurion sono esposti “Luce di Laguna” di Helidon Xhixha, artista di origine albanese famoso per le sue sculture in acciaio inox lavorato con tecniche innovative, e “Wild Kong” e “Wild Bear” provenienti dalla Bel-Air Fine Art Gallery, entrambe di Richard Orlinski.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.